Anello M.te PANICO Valle Inguagnera   Leave a comment

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’amata stagione fredda è giunta, manca ancora però la candida coltre. C’è da dire che, almeno per il “nostro” territorio montano, le condizioni sono quasi pari allo scorso anno, in fin dei conti non è ancora inverno. Sono sempre tante le possibilità escursionistiche del PNALM. Vi è un percorso a noi particolarmente confacente in questo periodo: l’Alta Valle Fredda e le creste del monte Panico. Un tragitto scelto con cura, ove si apprezza appieno l’estetica della Montagna. Ancora una volta mutevole, si prepara all’inverno. Un sentiero, che regala sempre atmosfere fiabesche, da Forca d’Acero per un tratto del sentiero P2 sino al monte PANICO e le creste dell’Alta Valle Fredda, il Valico Pietre Rosse, monte San Nicola e giù, per la Valle Inguagnera…ancora linee morbide, con tratti invernali in attesa della magica coltre….

Annunci

Pubblicato 28/12/2015 da litinerarioger in Escursionismo / Trekking

Anello monte TINO (Serra di Celano) AQ   Leave a comment

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dalla SS696 Celano Ovindoli, attraverso la Pineta per il Sentiero Natura, abbiamo raggiunto la Chiesetta degli Alpini in località Colle Felicetta. Da li, abbiamo proseguito attraverso il sentiero 11B, che s’inerpica sino a raggiungere il piccolo altopiano di San Vittorino..alcuni Grifoni si lasciano fotografare e, le vedute sulla sottostante Celano sono stupende. Abbiamo proseguito, sull’erto versante sud di Monte Tino sino alla sua vetta…tanti gli escursionisti. Dopo la sosta, la via di ritorno attraverso la bellissima Valle dei Curti e la Calcare poi, sino a chiudere l’anello una volta raggiunta nuovamente la Statale….

Pubblicato 16/11/2015 da litinerarioger in Escursionismo / Trekking

Anello Monte Palombo – PNALM –   Leave a comment

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un Itinerario ad anello oggi, fuori dalla “portata” di quelli più blasonati e turistici, che ci ha portato su una di quelle vette poco conosciute e “nascoste” del Parco. Forti accenni d’autunno (a breve), si potrà godere del foliage. Dall’ingresso Z del PNALM e per cresta poi, abbiamo raggiunto monte Palombo e circumnavigato – con vista su tutte le cime del PNALM, la parte sommitale del circo glaciale scendendo dalla parte morenica, tra “segni” evidenti del passaggio dell’ orso sino a raggiungere Coppo della Polinella. Abbiamo ripreso la percorrenza del sentiero Z1 e Z2 sino a chiudere l’anello.

Pubblicato 04/10/2015 da litinerarioger in Escursionismo / Trekking

Passo dei Monaci e Torretta di Paradiso – PNALM –   Leave a comment

Questo slideshow richiede JavaScript.

E bastato un semplice passaparola, per far si che ci incontrassimo presso l’ex Bar TOTAL di Ponte Melfa. Le intenzioni erano buone ma, le avverse condizioni meteo, non hanno permesso al nostro programmino ossia, quello di andare ad osservare i cervi dalla Cima Biscurri, di materealizzarsi. Alcuni di noi, sono saliti sul Gendarme della Meta e a seguire, “viste le condizioni meteo”che continuavano ad essere proibitive sul versante Abruzzese e, permissive su quello Laziale, abbiamo deciso di salire inoltre su Torretta di Paradiso.

Pubblicato 27/09/2015 da litinerarioger in Escursionismo / Trekking

Monte Marsicano e Ninna – PNALM –   Leave a comment

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quando si decide di concedersi una “passeggiata”. Oggi siamo saliti sul Marsicano e Ninna, attraverso l’erto sentiero F10 che dalla Sorgente di Giove, s’inerpica sul Gruppo del Marsicano. Da subito, ci accompagnano le “sinfonie” dei possenti bramiti dei cervi, provenienti da ogni direzione e, immediatamente dopo i primi harem si lasciano osservare in sosta nella parte sommitale di Pianezza. Transitiamo per lo Stazzo del Forcone che con grande gioia, vediamo che è interessato da lavori di ristrutturazione. Lasciamo un omaggio a ricordo di un amico e riprendiamo il cammino. Percorriamo l’F10 che si sviluppa ora nel Vallone del Forcone ove sono presenti nutriti branchi di cervi in estro. Raggiunto il pianoro superiore, dirigiamo il nostro interesse verso le q. 2252 e 2253 e di li a poco per roccette, sul Ninna. Numerosi camosci, tranquillamente sdraiati nella Valle di Grotta, si lasciano osservare e fotografare. Sosta sul Marsicano per poi scendere nuovamente dall’F10

Pubblicato 20/09/2015 da litinerarioger in Escursionismo / Trekking

Fonte CHIARIGLIO e Valico del Tartaro…PNALM   Leave a comment

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dalla Valle di Canneto, il sentiero N3 si arrampica attraverso una secolare faggeta sino a raggiungere Fonte Chiariglio, l’escursione non è difficile, ma la erta salita richiede un’adeguata preparazione, il tutto, per entrare in un’altra dimensione, che regala da subito panorami magnifici. Una volta giunti, ci accorgiamo del mutamento del cielo, tra le nubi che veloci tentano la risalita dal fondo valle – nulla d’importante, continuiamo, sotto i raggi del sole e folate di vento fresco, che man mano diviene costante. Oggi, abbiamo vissuto una giornata a stretto contatto con la natura, che ci ha mostrato molto di se, dai cinghiali ai falchi, in caccia sulle coste del monte Tartaro, ai camosci e ai primi bramiti del nobile cervo, numerosi nella sottostante Vallellunga e Guadarola, ai gracchi che ci osservavamo compiendo voli radenti sulle creste…E impossibile non avvertire un qualcosa di superiore a noi, gli occhi sono colmi e affascinati da cotanta bellezza e sereni, torniamo a valle.

Pubblicato 10/09/2015 da litinerarioger in Escursionismo / Trekking

La Via delle “Cinque” Cime (in Black) monti ERNICI   Leave a comment

Questo slideshow richiede JavaScript.

Inatteso fuori programma…
Meraviglioso camminare di notte nel bosco, specialmente in questa circostanza, attraverso l’impegnativa salita che dai Vecchi Pozzi di “Prato di Campoli” ci si arrampica per la Valle delle Vacche sino a Forca Palomba..sublime.! Abbiamo raggiunto di seguito, Le Scalelle e per cresta poi, i quattro over 2000 del luogo. Ogni metro percorso, con la percezione “distorta” della notte risulta più impegnativo , ma l’immenso panorama che si ammira camminando in cresta, concesso dalla luna e, l’idea di raggiungere le mete prefissate, ricompensano ampiamente dell’impegno appena profuso. E’ l’alba.. che con la sua luce lentamente illumina di rosso le cime circostanti , la natura si risveglia. L’aria fresca sul viso, rinvigorisce l’animo di tutti noi…tutto diviene magia, dopo aver trascorso una notte interna a camminare in vetta….> E la luna bussò alle porte del Buio..!

Pubblicato 02/09/2015 da litinerarioger in Escursionismo / Trekking